Tarchia (vela a.... - Spritsail)
Tarchia, o meglio alla tarchia, è un particolare tipo di vela di taglio avente forma trapezoidale, tipica dell’attrezzatura adottata da alcuni bastimenti greci e turchi, come lo "scafa" ed il "saccoleva" greci o il "tcektim" turco e, nella prima metà dell’ottocento, dalle "Chiatte del Tamigi". Questa vela veniva inferita all’albero, senza boma e tenuta distesa da un’asta diagonale detta livarda o struzza.
La varea della livarda veniva assicurata alla penna della vela, mentre l’altra estremità era collegata all’albero mediante una drizza, che faceva via in un bozzello.
Oggi questo tipo di vela è utilizzato dagli optmist, anche se, su queste piccole imbarcazioni da regata, la terminologia di classe ha attribuito, impropriamente, alla vela quello di "randa" e all’asta il nome di "picco".


 

Nuovo vocabolo